in ,

CuteCute LoveLove

Norma Jeane Baker, nota come Marilyn Monroe: viaggio nel giallo tra cronaca e fantasia della Stella del cinema e del glamour senza tempo.

Norma Jeane Baker, nota come Marilyn Monroe!                                

5 agosto 1962, raccogliamo la deposizione di una testimone chiave del caso Monroe :

“Lei è la signora Eunice Murray, giusto?
Si tranquillizzi signora, e mi dica.., mi spieghi esattamente  cosa è accaduto, e cosa ha trovato aprendo la porta della camera da letto della signora Monroe..”


Eunice Murray e Marilyn Monroe

“..Dunque, tenente Byron, io le voglio bene, o meglio dovrei dire che gliene volevo, non mi capacito di cosa possa essere accaduto, sono shoccata: Marilyn ed io siamo amiche da molto tempo, non sono solamente la sua governante.. abbiamo un rapporto confidenziale, spesso ho raccolto ed ascoltato​ i suoi dubbi, le sue perplessità, anche i dispiaceri talvolta..ma Norma, è sempre stata una donna di temperamento, ostinata e caparbia…del resto, di strada ne ha fatta da  quando era una semplice operaia… 

Io, tenente, mi occupo..si.., insomma sono una designer d’ambienti, mi piace dare un senso alle cose, disporre con un ordine artistico le case…e Marilyn mi ha sempre concesso carta bianca per quanto riguarda l’ordine delle sue cose e per l’arredamento di questa casa..


Amo Marilyn come una sorella e trovarla sdraiata su quel letto mi ha resa completamente impotente.. era distesa a pancia in giù..immobile, era scomposta, scapigliata, e lei di solito è elegante anche quando riposa!!

Stavolta non ho potuto aiutarla … Ma mi creda, non si è suicidata, era depressa, sì, triste talvolta, ma non si sarebbe mai tolta la vita! 

Mi sento terribilmente in colpa perché mi ha lasciata nel modo peggiore, in questi ultimi giorni ha deciso che io non le sarei più stata d’aiuto, così alla fine della settimana avrei dovuto lasciare questa casa che ormai considero anche un po’ mia… Così abbiamo alzato i toni, mi ha ferito molto il fatto che mi abbia licenziata..io le voglio molto bene, non avrei mai voluto congedarmi da lei!

Le spiego, erano circa le 03:30, stavo percorrendo il corridoio, sa, io amo intrattenermi la sera con un buon libro quando non riesco a dormire, ieri sera ho letto un po’, e mi è parso si sentire un rumore, come un tonfo, era intorno alle 03:20 , così mi sono alzata e sono andata a controllare se Marilyn avesse avuto bisogno di qualcosa, e se fosse stato tutto a posto, avevamo discusso, mi aveva licenziata, ma sa, tenente, il mio senso del dovere e l’affetto non mi hanno fatta dubitare un istante; …attraversando il corridoio però ho notato che da sotto la porta della sua camera da letto, filtrava della luce . . istintivamente ho bussato alla porta, di solito non la disturbo, ma ieri sera ho avuto una strana percezione ..quel rumore mi ha suggestionato, così ho bussato nuovamente in modo ancor più incisivo, ma  Marilyn non ha risposto , ho provato a chiamarla con insistenza, ho forzato la porta, ma essendo stata chiusa da dentro, non sono riuscita ad entrare; così tenente , di gran velocità ho pensato di chiamare il medico di Mary, il suo psichiatra: Ralph Greenson, per lei è un punto di riferimento…nei momenti di sconforto si confida ed affida i suoi problemi a lui..ha sempre molta presa su di lei, e Norma dopo aver parlato col suo medico, sta sempre meglio..torna ad essere bella e solare..

Ralph Greenson


Era così bella, è la donna più bella che io abbia mai conosciuta, sapeva essere sexy soltanto parlando, le sue mani , il suo portamento, è un concentrato di fanciullezza e sensualità..ricordo gli abiti di scena dei suoi film, moltissimi, ma due in particolare l’hanno resa un’icona… vedrà tenente il mondo intero non potrà più dimenticarla, è d’ispirazione per le donne di oggi così come lo sarà in futuro per le donne di domaniMarilyn nessuno la scorderà


Vede, guardi glielo mostro: questo è l’abito che l ha resa una leggenda! Questo abito dallo scollo profondo bianco come la neve, tutto plissettato, lo ha indossato nel film   “Quando la moglie è in vacanza” ..pensi che la scena mentre le si alza l’abito svolazzante sopra alla grata, è stata una scena casuale, per nulla ideata o scritta..ma fu talmente sexy e meravigliosa, che il regista, Billy Wilder, ebbe una folgorazione e divenne la scena cult della pellicola! Ricordo che Joe di Maggio, (a quel tempo suo marito) si infastidì molto..era molto innamorato e geloso di Marilyn..mio Dio, lo avete avvisato?? Non oso immaginare come potrà stare.

Marilyn Monroe nel film “Quando la moglie va in vacanza”
Marilyn Monroe nel film “Quando la moglie va in vacanza”
Marilyn Monroe nel film “Quando la moglie va in vacanza”
ll regista Billy Wilder

Guardi tenente, guardi qua: questo invece è l’abito de Gli uomini preferiscono le biondeche eleganza..solo Marilyn sapeva portare questo color rosa ciclamino con grazia ed eleganza.. ricordo di averlo adattato al suo corpo al volo durante le riprese del film.. è un abito complicato da cucire .. è tutto di raso in seta e, seppur attillato e fasciante, è composto di più strati di tessuto ripreso e drappeggiato sul décolleté, a lei stava un incanto...mi dica tenente , ricorda la scena quando Norma scende la scalinata e canta “Diamonds Are A Girl’s Best Friend” ? …

Marilyn Monroe nel film “Gli uomini preferiscono le bionde”
Marilyn Monroe nel film “Gli uomini preferiscono le bionde”
Marilyn Monroe nel film “Gli uomini preferiscono le bionde”
Scena del film “Gli uomini preferiscono le bionde” –
canzone Marilyn “I diamanti sono i migliori amici delle ragazze” –
“Diamonds are a girl’s best friend”

Certo, pensando alla sua vita, non le nego che ha fatto molte, moltissime stragi di cuori.. sicuramente è stata una donna scomoda, sa, le voci che giravano sul flirt col Presidente (John Kennedy), poi col fratello Bob... bèh, sono vere.. Marilyn non ha sempre guadagnato il ben volere delle mogli… Poi per John, ricordo che ebbe anche uno scontro  con la First lady Jacqueline Kennedy…lei sapeva, tutti sapevano di suo marito e di Marilyn ..quando cantò al Madison Square Garden Happy Birthday,  Mr President , creò molto scalpore…ma, mio Dio! Era bellissima, avvolta da questo abito color carne...guardi!!

La prego però non lo tocchi!! Vede qua? Questo alone? Ricordo che si rovesciò una coppa di champagne macchiando l’abito…la sera, tornando a casa, Marilyn mi chiese di portarlo in tintoria per pulirlo, ma diversi mesi dopo, quando a Dallas uccisero il presidente, sperò che io mi fossi dimenticata di far pulire il vestito, (fortunatamente mi passò di mente),  da allora lo ha sempre conservato così…per ricordare quella serata e ovviamente il suo John. 

Norma sapeva turbare gli animi maschili solamente con la sua presenza ..
Mi scusi tenente..mi sono dilungata troppo…ma di questa serata proprio non so più cosa raccontarle ..devo cancellare al più presto l’immagine di Norma sdraiata su questo letto…in questo momento è davvero troppo per me.

Se crede, continui a fare accertamenti e cerchi tutto ciò che secondo lei può ricondurre a degli indizi.. io resto a sua disposizione, ma la prego, mi lasci prendere solo una cosa di Marilyn.. voglio questa boccetta di profumo. Non è una trovata pubblicitaria, molti lo pensano, ma Mary davvero andava a dormire con solo 5 gocce di profumo dietro al collo.. annusando questa essenza, mi sembrerà di averla qui…e, da adesso in poi,  Chanel N° 5 racconterà per sempre la storia di Marilyn Monroe.

Scopri le foto dell’outfit di Marilyn Monroe:

What do you think?

18 points
Upvote Downvote

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Comments

0 comments

Lo sceneggiatore Tito Faraci Romics d’Oro della XXVI edizione in programma dal 3 al 6 ottobre 2019

Cupido & Portusclan El Tigre: 17 luglio a Fiumicino per la CANDLE NIGHT con “Que Te Enamores”!