in

Moda ed E-commerce: il trend delle vendite online italiano che fattura oltre 40 miliardi di euro

I termini di moda ed e-commerce ormai non possono più essere separati. Il commercio elettronico in Europa è in costante crescita, anche nei mercati più maturi come UK o Svezia. In Italia, nel 2018, ha sviluppato un business di oltre 40 miliardi, per la precisione 41,5 miliardi di euro, ed è in crescita.

Di tutto il mercato miliardario delle vendite online il 2,2% riguarda la moda ma, se ti sembra un numerino piccolo, prova a fare con la calcolatrice quant’è il 2% di 40 miliardi! Se sei curioso di sapore quali sono i mercati che fatturano di più online, con statistiche aggiornate al 2018, eccoti servito: il settore che sviluppa di più nel mercato dell’e-commerce è quello del tempo libero (41,3%) seguito dal turismo (28%).

Acquistare online scarpe, borse, cappelli, pantaloni, vestiti, giacche e quant’altro rientri nel termine della moda non è così automatico e facile per la maggior parte degli italiani.

Entrare nel negozio fisico, immergersi nei suoi profumi, l’ebrezza di provare prima di comprare e sentire i tessuti sono esperienze che è difficile ripetere facendo acquisti dal pc o dallo smartphone: sembra essere tutto molto più freddo. Tuttavia, come in tutti i casi, anche l’acquisto online ha i suoi vantaggi che vengono potenziati con l’ausilio di foto, video e meccanismi di rappresentazione tramite realtà virtuale che sono sempre più affascinanti e all’avanguardia!

Si pensava che la rivoluzione internet e la possibilità di acquistare tutto via web avrebbe annientato i negozi fisici, invece non sta proprio andando così, altrimenti non si spiegherebbe perchè l’e-commerce più popolare del mondo, Amazon, abbia acquisito la catena di negozi fisici Whole Foods, aprendo dei suoi punti vendita.

Amazon infatti sta perseguendo una strategia multicanale perchè ha capito che i consumatori non cercano solo l’acquisto immediato su internet, ma propendono sempre più a una esperienza multicanale e multisensoriale prima di passare all’acquisto di un prodotto. Un prodotto, cioè, può essere acquistato online dopo essere stato visto e provato in uno store fisico che funge da showroom e generatore di esperienza.

Il futuro non è capire chi la spunterà meglio tra i negozi online e quelli virtuali, bensì avere una piena integrazione tra gli e-commerce ed i negozi tradizionali.

What do you think?

1 point
Upvote Downvote

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Comments

0 comments

Fast fashion: un nuovo modo di vendere e di fare moda

Nutrirsi correttamente senza rinunciare al gusto